Beppe Trabona

DSC00198Beppe (Giuseppe all’anagrafe e per sua madre) Trabona nasce in un lontano settembre del 1970. Ha origini sudiste e testardaggine ereditata esclusivamente dal padre Nino. Da lui ha anche ereditato una gran voce e un amore particolare per la musica. Fin da piccolo (è difficile credere sia mai stato piccolo vedendolo) canta e balla ma lo fa sempre con serietà e compostezza; non sia mai si pensasse fosse una cosa poco seria! I suoi primi approcci con la chitarra sono in età adolescenziale rinunciando a tutto ciò che non avesse a che fare con la musica. Strimpellando qua e là si accorge di avere un dono particolare che però non riesce a battezzare con alcun nome, nel senso che gli vengono accordi strani e particolari che suonano bene ma non sa nemmeno se hanno un nome. Per non perdere tali geniali trovate incomincia a registrare tutto su cassetta da 60′ o da 90′ (quella da 46′ era troppo corta). Alle scuole superiori viene folgorato dalla mente sublime di un personaggio alquanto geniale: Marino Giusti. Ed è subito “giorno”. Marino suona e compone testi e musiche, così nasce un feeling che dura ancora oggi. Beppe si scopre compositore e intanto comincia la sua carriera artistica di chitarro-barista (il piano non era il suo strumento). Sostituendo un suo amico musicista -influenzato- in un locale, scopre che la gente apprezza la sua voce e il suo tocco di chitarra. Da quella sera niente lo fermerà più e comincerà con il suo motorino 50cc a percorrere le strade per suonare nei vari locali della sua zona. Nel corso degli anni riesce ad acquistare un’automobile e allargare i suoi orizzonti musicali verso nuovi lidi. Così la riviera intera scopre il talento di Beppe Trabona e se lo gode per molti anni. Come tutti i più grandi artisti il suo amore per la musica a volte diventa quasi odio, disprezzo, rifiuto. Cosi in intervalli sparsi non si parla più di musica e canto in casa Trabona. Ma la cosa non può durare a lungo…la musica chiama. E cosi Beppe incomincia a cercare le vecchie cassettine da 60/90 per tirare fuori i vecchi sogni nel cassetto e vedere se si possono trasformare in realtà. Da questo momento inizia una ricerca di suoni, di sonorità e di ispirazioni musical-letterali di Beppe. Si attrezza di tutto punto per arrangiare i vecchi brani e per crearne di nuovi. Ed ecco che nel 2007 finalmente qualcosa prende corpo. Un brano dietro l’altro e l’entusiasmo cresce, la voglia di far sentire a tutti cosa è nato dal nulla è tanta. Nei suoi brani c’è una costante ricerca di armonie ed un susseguirsi di accordi imprevedibili. Beppe ad oggi si è auto-nominato un “songwriter”, uno scrittore di canzoni. La cosa più importante per lui sono le sue “creazioni”; la voce e la chitarra solo dei mezzi per poterle diffondere.

Contatti Beppe Trabona: facebook-iconmyspace


 

Beppe Trabona ha partecipato all’evento #2 a Pietra L. (SV) il 15 dicembre 2014, accompagnato da Antonio Di Salvo.
Location: Cinema Teatro Comunale di Pietra Ligure.

Scaletta: Per mille volte ancora, Un angelo in regalo, Verso l’Argentina, Quando mi addormento, Paura del mare.
 icona_pdf Testi

Condividi questa pagina su…